Gusti energici in Alta Valtellina

La conoscenza dell'Alta Valtellina non può dimenticare la cucina del territorio. I pizzoccheri, pasta di grano saraceno, condita casera, bitto, verza e burro; gli sciatt, bocconcini di formaggio fuso. E poi la polenta taragna; cervo e il capriolo; salumi come la bresaola e l slinzega. Deliziose e vigorose specialità della cucina valtellinese, sapori rustici e piatti ricchi di energia, espressione di quel concetto di forza che Bormio esprime attraverso la propria storia e quella del territorio alpino dell'alta valle.

Quel cibo che un tempo nutriva gli abitanti del luogo come i molti viaggiatori che attraversavano il passo dello Stelvio, può essere degustato tra i menù della tradizione nei ristoranti dei Bagni dei Bormio ma anche nei tanti ristoranti e rifugi che si incontrano girando Bormio e il territorio alpino in cui è immersa.

Per una conoscenza a 360° della cucina tipica della montagna valtellinese vogliamo suggerirne alcuni in cui spendere un po' di tempo dedicandosi ai piaceri della tavola, tra un bagno termale e l'altro:

Agriturismo Rini: ottimi taglieri di salumi e formaggi locali; da non perdere i racconti di Simone Rini, esperto di storia locale.

Via Cavalier Pietro Rini 2, Bormio; tel. +39 0342901224

Sunny Valley: rifugio a oltre duemila metri di atitudine nella Valle dell'Alpe, vicino a Santa Caterina Valfurva, si può raggiungere camminando o con la funivia. Si pranza osservando stambecchi e cervi dalle vetrate panoramiche.

Via Roma 135, Bormio; tel. +39 0342935422.

Vecchia Combo: un'autentica, nel quartiere di Combo da cui prende il nome, appena al di là del ponte sul Frodolfo. Offre l'atmosfera avvolgente di una cucina familiare: i veri pizzoccheri fatti in casa sono un must, da non perdere.

Piazza Santuario 4, Bormio; tel +39 0342901568.

La via del gusto

La conoscenza dell'Alta Valtellina non può trascurare la cucina del territorio. I pizzoccheri, pasta di grano saraceno, condita casera, bitto, verza e burr, gli sciatt, bocconcini di formaggio fuso. E poi la polenta taragna, il cervo e il capriolo, salumi come la bresaola e la slinzega. Deliziose specialità della cucina valtellinese, sapori rustici e piatti ricchi di energia, espressione della storia di Bormio e del territorio alpino dell'alta valle. Quel cibo che un tempo nutriva gli abitanti del luogo come i molti viaggiatori che attraversavano il passo dello Stelvio, può essere degustato tra i menù della tradizione nei ristoranti dei Bagni di Bormio, ma anche nei tanti ristoranti e rifugi del luogo.